Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità: chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Torna a » Gli Scultori 2018

Gianangelo Longhini

GIANANGELO LONGHINI vive e lavora ad Asiago.
Fin da bambino ha coltivato la passione per il legno; il suo percorso inizia come autodidatta affascinato, prima dalle sculture esposte nella vetrina di un negozio e poi dal lavoro degli scultori che partecipavano al Simposio di Asiago. Così, dopo il suo lavoro in officina, si soffermava a lungo ad osservare le sculture che lentamente prendevano forma.
Successivamente segue i corsi tenuti da un valente docente e alla sera si cimenta lavorando l'argilla.
Pian piano prosegue per una strada tutta sua cercando di personalizzare le sue creazioni. Inizia con lo stile figurativo che a poco a poco abbandona a favore dell'astratto. Crea bozzetti in argilla che poi distrugge, modifica, cambia fino a trovare le forme armoniose che lo soddisfano.
Le abilità tecniche, l'ispirazione e il lavoro lento e accurato si rispecchiano nelle sue opere con forme nuove, sempre diverse. Egli mira a conseguire l'armonia che può essere paragonata alla composizione di un brano musicale o di una canzone.
Le sue creazioni verticali e slanciate giocano in un insieme di luci, di pieni e di vuoti, di tracce ondulate che scavano il legno o la pietra.
Lo scultore predilige il legno delle sue montagne, ma realizza anche opere il terracotta, bronzo, marmo e gesso.

Dalla natura affascinante e misteriosa raccolgo e rielaboro gli elementi più leggeri e sinuosi, fino a ottenere forme dove i vuoti prevalgono sui pieni”. (Gianangelo)

Condividi su
facebook googleplus linkedin rss twitter youtube

Testi a cura di Floriana Zavattaro
Traduzioni di Lara Fagnola
Immagini di Riccardo, Jacopo, Ennio, River e per gentile concessione degli artisti
© 2014-2018 MB - Template by joomfreak