Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità: chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Torna a » Gli Scultori 2018

Lara Steffe

LARA STEFFE vive e lavora a Moena in Val di Fassa (TN).
La scultura è la voce del suo pensiero “.........ciò che è essenziale è invisibile agli occhi” ( A. De Saint-Exupery” (dal Piccolo Principe).
Una passione che la segue da quando era bambina e il desiderio di frequentare una scuola d'arte e poi l'accademia. Inizia così il suo percorso al Liceo Artistico di Pozza di Fassa, dove ora è docente di Arte, e successivamente trascorre un periodo di studio all'Accademia delle Belle Arti di Brera.
Dove per ben due anni si impegna nell'incisione.
Segue un periodo difficile, di crisi e l'abbandono della sua attività creativa per poi riprendere e dedicarsi con passione alla scultura. Inizialmente i suoi lavori cercano risposte a domande: chi sono? Cosa faccio? E fanno parte di un periodo triste legato alla scomparsa del padre e “l'Abbraccio” a lui dedicato rappresenta l'amore dei suoi genitori e il suo concepimento.
Ora Lara ha cambiato genere e non lavora più sul suo dolore, ma il padre rimane sempre la figura più importante per lei.
Nascono così, in questo nuovo percorso, figure femminili sinuose, eleganti, eteree, un po' sognatrici espressioni di un'armonia interiore. E un giorno guardando le fotografie delle sue sculture, improvvisamente capisce che sta scrivendo il “suo diario”: ogni figura è un momento della sua vita, è “se stessa” in rapporto con gli altri. Un lungo discorso di emozioni che si materializzano in tanti momenti vissuti.
Con la scultura si crea un legame tra l'artista, la materia e la sua forma ed è lì che nascono emozioni di libertà sia fisica che mentale e l' “io” si esprime in un momento intimo nel quale le emozioni e la leggerezza dell'animo prevalgono sulla fatica fisica.
Lara vive tra le montagne coperte da splendidi boschi: “Legno i sentimenti si tuffano in un turbinio di emozioni............il mio “io” trascende e con me la materia” (Lara). Ma il suo orizzonte è ampio e spazia in Europa e nel mondo. E' determinata ma anche sensibile e sognatrice e, come dice la sua mamma, “forte ma con le lacrime in tasca”.La sua continua crescita nasce dalla voglia di fare, di guardare avanti e di confrontarsi con persone e realtà sempre diverse.

Condividi su
facebook googleplus linkedin rss twitter youtube

Testi a cura di Floriana Zavattaro
Traduzioni di Lara Fagnola
Immagini di Riccardo, Jacopo, Ennio, River e per gentile concessione degli artisti
© 2014-2018 MB - Template by joomfreak